Gucci compie 1 secolo e festeggia con l’apertura di un circolo

Gucci festeggia 100 anni a suon di progetti tra nuovi spazi online e in presenza

#Gucci ci ha ormai abituati alla sua arte tessile che trascende i tessuti e confluisce in vere e proprie manifestazioni artistiche. Per i suoi 100 anni il brand, icona del made in Italy nato a #Firenze nel 1921 e ora sotto l’egida dell’estro creativo di Alessandro Michele, ha lanciato 2 nuovi progetti: Vault, una piattaforma online dove la casa di moda sperimenterà collaborazioni inedite; Gucci Circolo Milano, spazio a metà tra sala da tè e circolo per artisti.

Il Gucci Circolo nasce all’interno del palazzo settecentesco Gallarati Scotti, già location del circolo letterario del Duca Tommaso Gallarati Scotti. Nel tempo la struttura ha ospitato diversi studiosi, scrittori e musicisti e ora si presenta al pubblico in qualità di casa degli artisti dove poter fondere storia, creatività ed estetica. Il percorso si delinea attraverso un susseguirsi di sale esperienziali ed espositive in cui il collante è la collezione Aria, ideata da Alessandro Michele ad aprile 2021. Una delle stanze, la listening house, omaggia il legame di Gucci con la musica. Qui si potranno ascoltare canzoni di cantanti amici della maison: da Elton John ad Achille Lauro, da Harry Styles a Florence Welch. In più, si potrà scaricare una play list in onore del secolo compiuto, farsi una foto all’interno di un photo booth che ripropone i pattern della collazione Gucci 100 e giocare con i videogame Gucci Arcade. E se il richiamo delle passerelle è troppo forte, una sala del Circolo vi darà questa occasione con annessi luci al neon e macchine fotografiche. La visita si conclude in una sala relax, in cui è possibile accomodarsi sorseggiando una tazza di tè.

Vault, invece, nasce dalla mente visionaria del direttore creativo Alessandro Michele. E’ un contenitore infinito d’idee, oltre che un e-commerce. Gucci Vault è suddiviso in sezioni e la parte dedicata allo shopping ne prevede 2: una selezione sempre in aggiornamento di pezzi vintage e di seconda mano di Gucci – in alcuni casi semplicemente riportati in auge, in altri rimaneggiati dal savoir faire dell’ufficio stile – e un’area dal nome Conversazioni dedicata ai giovani designer di tutto il mondo.  C’è poi Edizioni che raccoglie testi, poesie, storie, e racconti per divertire ed emozionare incentivando la contaminazione culturale.

Ecco la forza di Gucci: quella di aver saputo scegliere sempre al momento giusto il direttore adatto. Negli anni Novanta ci fu #TomFord a far crescere il marchio; nel nuovo millennio #FridaGiannini con la sua svolta sociale. Oggi è quella fuga dalla realtà che non siamo stati in grado di tutelare e in cui siamo costretti a stare pur sempre alla ricerca di quella bellezza che ancora potrebbe salvarci.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: